Presentazione del corso…

Presentazione del corso…

Dalle leggi di Conservazione alla Scoperta scientifica” è un corso sull’importanza delle leggi di Conservazione nelle scoperte scientifiche. Si parte dalle conoscenze acquisite nel corso di Fisica I e, attraverso un gioco di ruolo in cui gli studenti interpretano il ruolo di un fisico delle particelle, si porta lo studente a tu per tu con situazioni sperimentali provenienti da veri esperimenti di Fisica a scala subnucleare.

Gli studenti lavorano in team, affrontano sfide, acquisiscono competenze. Così guadagnano punti esperienza e incrementano il livello del proprio team e del proprio personaggio.

Il corso è un esempio di Didattica della Ricerca. Un assaggio, fin dal primo anno di laurea magistrale, di cosa significhi fare ricerca, lavorare in un contesto aperto dove le teorie devono fare i conti con il complesso mondo della realtà e dei dati sperimentali e dove la creatività e il pensare fuori dagli schemi può essere la chiave che porta alla scoperta.

Il Metodo Didattico.
Il corso è progettato per far sì che lo studente sia parte attiva del processo di apprendimento. Lungo il percorso sono inseriti giochi di ruolo volti a stimolare l’immedesimazione con quanto si sta studiando e ad “accendere” il canale emotivo, fondamentale per la motivazione allo studio. Particolare attenzione è rivolta alle soft skill: le attività di “ricerca” sono affrontate da piccoli gruppi, chiamati a condividere i risultati ottenuti.

Il corso è un crescendo di tre moduli correlati tra loro, brevemente descritti qui sotto, per una durata totale di 18 ore.

Un caso dalla fisica del ’900

Questo modulo è composto da due fasi. La prima è di “riscaldamento”, un’attività di Problem Solving propedeutica a affrontare la seconda: un gioco di ruolo. Gli studenti sono chiamati a interpretare il ruolo di un fisico delle particelle e affrontare un inaspettato risultato sperimentale alla luce delle leggi di conservazione.

Collisioni nucleari

Nel secondo modulo si affronta l’analisi di una collisione di un vero esperimento di fisica nucleare agli acceleratori. Questa volta gli studenti dovranno condurre un’approfondita analisi dell’evento. Sotto la collisione analizzata si cela un piccolo mistero. A loro scoprire di che si tratta e proporre eventuali soluzioni.

Intelligenza Artificiale & Fisica delle Particelle

È possibile addestrare una rete neurale ad affrontare il riconoscimento di un evento di collisione tra particelle? In un ambiente di programmazione condiviso (Goole Colab) gli studenti proveranno ad addestrarne una e vedremo come se la cava a risolvere il problema da loro risolto (?) nel modulo precedente.

Visits: 9929

Lorenzo Galante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *