Materiale di Supporto (Esperimento Pendolo)

Video Tutorial per l’analisi del moto del Pendolo con Tracker.

Video sul calcolo della propagazione delle incertezze attraverso la differenziazione.

Frequently Asked Questions.

  • Quali accorgimenti devo prendere per minimizzare gli errori relativi?
  1. Realizza un pendolo di lunghezza elevata (compatibilmente con gli spazi a disposizione), questo ti darà un piccolo errore relativo sulla determinazione della lunghezza L. Inoltre avrai come conseguenza diretta un periodo T maggiore, nuovamente, quindi, gli errori nella misura dei tempi di oscillazione saranno meno importanti.
  2. Misura le durate delle oscillazioni ponendoti nella posizione in un cui il pendolo inverte la direzione del moto: lì il pendolo ha minima velocità (circa 0), sarà più facile per te capire quando fermare il cronometro.
  3. L’inquadratura delle oscillazioni del pendolo con la camera è importante. Fai in modo che la traiettoria della massa che oscilla occupi la porzione maggiore possibile del campo inquadrato dalla tua camera. Questo accorgimento ti consentirà di minimizzare l’errore relativo che Tracker commetterà nel determinare la posizione del corpo. (Se la traiettoria del corpo “occupa” tanti pixel del sensore della camera, un errore di qualche pixel sarà poco importante).
  • (TracKer) Cosa faccio se quando clicco su View – Data Tool (Analyze) non appaiono i dati sperimentali nelle colonne dati numerici e nel grafico? Vai nella finestra principale di Tracker, poni il cursore del mouse nella zona in cui si trovano le colonne dei dati numerici (sulla destra sotto il grafico x(t) ), clicca col tasto destro e ti si apre un menù da cui puoi selezionare “analyze data”.
  • (Tracker) Se la sinusoide x(t) che ottengo dal tracking del pendolo non è centrata su x = 0? Posiziona meglio l’origine dell’asse x (lungo cui il pendolo oscilla) in modo che si trovi nel centro di massa del corpo oscillante quando è nella posizione di equilibrio verticale.
  • (NASTRO ADESIVO – Scotch) Il fissaggio dello spago con nastro adesivo è stabile? Quando si fissa con il nastro adesivo il sottile spago che sorregge la massa oscillante occorre fare attenzione. Il nastro adesivo deve essere disposto con molta cura in modo che fissi bene il filo. Bisogna poi tener presente che su tempi lunghi il filo del pendolo potrebbe scorrere verso il basso a causa della forza peso della massa agganciata (ecco perché è bene usare dadi leggeri) . È dunque buona norma controllare periodicamente la lunghezza del pendolo altrimenti ci si troverà ad analizzare periodi T di pendoli con lunghezze diverse.

Visits: 3546